Ti trovi qui: Home > News
 
MARCO RABINO RICONFERMATO PRESIDENTE DEL CONSORZIO DOC AQUILEIA
 


Marco Rabino, Direttore della Tenuta Ca’ Bolani(Cervignano del Friuli), è stato riconfermato, per il terzo mandato consecutivo, Presidente del Consorzio Tutela Vini DOC Friuli Aquileia. Marco Rabino ricopre anche le cariche di Presidente di EVIQ (Ente Vini di Qualità), Vicepresidente del Consorzio delle DOC del FVG, Consigliere di CEVIQ (Certificazione Vini Qualità).

Nel prossimo triennio sarà affiancato dal Vicepresidente Franco Clementin (Fattoria Clementin – Terzo di Aquileia), da sempre impegnato come Consigliere nel Consorzio DOC Aquileia di cui è stato Presidente dal 1993 al 2000, e dai Consiglieri Sara Fedalto (Az. Agr. Obiz – Cervignano del Friuli), Giovanni Foffani (Az. Agr. Foffani – Clauiano di Trivignano Udinese), Marco Gottardo (Az. Agr. La Rosta – Cervignano del Friuli),  Giorgio Gregorat (Vigneti Pinat Loretta – Joannis di Aiello del Friuli), Monica Macor (Soc. Agr. Puntin – Aquileia), Samuele Pozzar (Az. Agr. Pozzar – Fiumicello), Francesco Tarlao (Az. Agr. Tarlao – Aquileia).

Uno dei principali obiettivi del nuovo Consiglio sarà quello di proseguire e rafforzare l’integrazione tra i Consorzi a DOC del FVG, sostenendo e coadiuvando il Consorzio delle DOC – FVG, al fine di valorizzare e promuovere il prodotto vitivinicolo regionale in maniera compatta e sinergica soprattutto nei mercati internazionali. Inoltre si darà seguito al lavoro di valorizzazione della produzione vitivinicola DOC Aquileia e al rafforzamento dei legami con le Istituzioni locali e le Associazioni tutte per poter lavorare con sinergia alla diffusione di “Aquileia” in ambito nazionale e internazionale.
Rabino ritiene che il 2014 sarà un anno importante per i Consorzi del FVG il cui principale obbiettivo è l’avvio dell’iter per il riconoscimento della DOC Friuli, mentre, dal punto di vista promozionale, la valorizzazione del settore vitivinicolo regionale passa attraverso la qualificazione dei vitigni autoctoni quali Friulano, Ribolla Gialla e Refosco e del vitigno più importante come superficie in Regione, il Pinot Grigio. Non è da trascurare l’importanza che hanno assunto il Glera per la DOC Prosecco e le varietà aromatiche Traminer e Sauvignon. Proprio il Sauvignon, infatti, godrà, il prossimo anno in Friuli, di una vetrina internazionale con l’evento del VI° Concorso Mondiale del Sauvignon, dando la possibilità alle aziende del FVG di confrontarsi, senza alcun timore referenziale, con i più importanti Sauvignon del mondo.

Il Consorzio Tutela Vini DOC Friuli Aquileia, che oggi racchiude la gran parte delle aziende agricole vitivinicole della zona, si è costituito nel 1976 per volontà di un piccolo gruppo di produttori. Il territorio delimitato dalla DOC si sviluppa in una fascia stretta e lunga che da Aquileia, passando per Cervignano del Friuli, raggiunge i bastioni di Palmanova e prosegue fino a Trivignano Udinese. Nella zona DOC Aquileia raggiungono punte qualitative di elevato pregio, tra le molte coltivate, varietà come il Friulano, il Traminer, il Sauvignon e il Refosco.
La rivendicazione della denominazione DOC Friuli Aquileia si mantiene stabile, a differenza di altre DOC regionali – precisa ancora il Presidente – come si può evincere dai dati sottostanti:
Uva rivendica DOC Friuli Aquileia (in kg) – Fonte CE.VI.Q.:
2010: 4.490.700 - 2011: 4.626.600 - 2012: 4.622.400 - 2013: 4.280.200
dando una visibilità importantissima a tutte le Aziende del territorio, piccole, medie e grandi.

» Comunicato Stampa_Marco Rabino riconfermato Presidente Consorzio DOC Aquileia « 

«« Indietro